Se mi dicessero che posso scrivere un libro in cui mi sarà dato di dimostrare per vero il mio punto di vista su tutti i problemi sociali, non perderei un’ora per un’opera del genere. Ma se mi dicessero che quello che scrivo sarà letto tra vent’anni da quelli che ora sono bambini, e che essi rideranno, piangeranno e s’innamoreranno della vita sulle mie pagine, allora dedicherei a quest’opera tutte le mie forze. (L.Tolstoj, Lettere)

Ti racconto un segreto: il mio romanzo!

Molto spesso la domanda in questi anni che mi è stata fatta era: "ma tu non lo scrivi un romanzo?" Mai avrei pensato di farlo, ma soprattutto mai pensavo di arrivare a questo punto.
Ci sono arrivato: sono tanti i mesi in cui sto provando...
Credo che sia arrivato il momento di buttarsi, il materiale lo ho!
L'avventura della scrittura tornando alla cara vecchia penna (mi viene molto più di getto).

Per chi avesse voglia di cimentarsi: cominciate...non vi vergognate! Scrivete poco, pubblicate sul web...e...il talento se lo avete viene fuori piano piano, scrivendo!
Scrivere è pianificare, organizzare, scegliere, rivedere, risistemare; con una felice espressione usata dai latini, scrivere è lavoro di lima.
A scrivere, comunque vada a finire ci sei tu, di fronte al tuo foglio di carta bianca, (o schermo bianco), e un orologio davanti a te a scandire gli istanti della tua lenta cottura!

Il cuore della questione è non solo sapere cosa dire, ma...saper organizzare le cose da dire in una testualità di senso compiuto! Quello che davvero si giudica è la capacità di organizzare in una sequenza articolata e leggibile un set complesso di dati!
Prima di imbattermi in questa avventura ho dovuto allenarmi e ancora dovrò farlo a lungo. Ma nel frattempo penso di cominciare a maturare un mondo interiore che mi spinge a comunicare tanto, a raccontarmi attraverso episodi di vita vissuta, dolori e gioie partecipati e...un pizzico di pazzia.

"...si apra al mondo esteriore e alle sollecitazioni che le giungono dall'esterno almeno in qualche misura. La vita esteriore, la vita reale fa straordinariamente evolvere la nostra natura umana ed è proprio quella che ci offre materiale per vivere" (F.Dostoevskij, Lettera).
E' proprio così: voglio dare inchiostro alla vita e non lasciare pagine in bianco. E' la vita che parla, io faccio da megafono attraverso storie. La mia vita, la vita degli altri è fatta di storie, noi raccontiamo storie. Scriviamo la sceneggiatura di questo film e siamo i
protagonisti: questo film è la nostra vita. C'è un Regista che sceglie le inquadrature migliori, quelle che non sono dentro un copione. non ci è chiesto di recitare, ma...di stare al gioco, e io questo gioco lo voglio giocare fino in fondo, senza copioni: è la via più facile quella di recitare copioni e dar da recitare copioni! Ecco allora che mi racconto, come è una sorpresa...Molto è già dentro questo blog!

Fattori a favore:

mi godo le cose per quello che sono: mezzi; e quindi ne posso fare a meno quando vogliono o quando voglio. E se le perdo è per riaverle poi. Mi godo le persone per quello che sono: persone; e quindi le amo come fossero Dio. E se le perdi e per riaverle poi.
E quando tu, le persone, le cose finiranno, ad aspettarti dietro la porta buia ci sarà Chi ti stava aspettando, per farti scoprire, a braccia aperte, che eri solo nell'anticamera della bellezza, della felicità, dell'amore (A.D).

Se"ti racconto un segreto" è perché è il titolo di questo embrione che avrà una vita di gestazione lunga!
A voi tutti GRAZIE, perché siete dei regali: pezzi di vita donata!

Nessun commento:

Posta un commento