Se mi dicessero che posso scrivere un libro in cui mi sarà dato di dimostrare per vero il mio punto di vista su tutti i problemi sociali, non perderei un’ora per un’opera del genere. Ma se mi dicessero che quello che scrivo sarà letto tra vent’anni da quelli che ora sono bambini, e che essi rideranno, piangeranno e s’innamoreranno della vita sulle mie pagine, allora dedicherei a quest’opera tutte le mie forze. (L.Tolstoj, Lettere)

Lettera a Dante

Caro Dante,
come stai?

Comincio scrivendo che ti ringrazio perché con la tua Divina Commedia mi hai fatto innamorare della poesia, che è la cosa più bella del mondo. Ho riscoperto questa grande opera grazie a due illustri che consocerai molto bene, fanno parte della tua "cricca di artisti e poeti": Alessandro D'Avenia e...Roberto Benigni.

Inoltre, volevo ringraziarti dicendo che:



               Non so dirlo così bene, e quindi lo ho lasciato dire a lui.




Nessun commento:

Posta un commento