Se mi dicessero che posso scrivere un libro in cui mi sarà dato di dimostrare per vero il mio punto di vista su tutti i problemi sociali, non perderei un’ora per un’opera del genere. Ma se mi dicessero che quello che scrivo sarà letto tra vent’anni da quelli che ora sono bambini, e che essi rideranno, piangeranno e s’innamoreranno della vita sulle mie pagine, allora dedicherei a quest’opera tutte le mie forze. (L.Tolstoj, Lettere)

Musica usa e getta

Sono finiti gli anni in cui si comprava la musica e si trascorrevano tempi indefiniti nei negozi di dischi avedere le nuove uscite, e a decidere, col budget che si aveva se comprare un cd o un altro.
I cd, le audiocassette sono sostituiti dalle varie applicazioni come Spotify, Amazon Music, motivo per cui sono aumentati i live degli artsti: l’unico modo che hanno gli artisti per guadagnare.

In un articolo, il giornalista e dj radio di Nashville Craig Havighurst ha dato un quadro in cui si dibatte oggi la musica.

 “La musica è stata per decenni promossa e spiegata quasi esclusivamente come un talismano di emozioni. Il problema oggi invece è come ti fa sentire. La musica intesa come strumento d’arte fa riferimento alla matematica, all’architettura, alla poesia, alla spiritualità e alla filosofia. Tali argomenti sono stati sminuiti nella stampa generalista o nelle televisioni via cavo, rendendo la nostra capacità collettiva di relazionarci con la musica attraverso una lente atrofizzata. Quelli di noi che hanno conosciuto persone che ci hanno dimostrato che la musica fosse un bene per il cervello e il cuore, sono stati davvero fortunati”. Oggi la musica è solo una esperienza a livello dei sentimenti usa e getta: tormentone dimenticato al subentro del nuovo.

Cosa resterà della musica? Stiamo perdendo un'altra fonte di bellezza?

Rispondere alla bellezza: l'educazione alle virtù

Venerdì 08.03.19 h 20.45 proverò a dare risposte su un linguaggio comune.
Lo farò a i “Dialoghi sull’educazione”, un ciclo di incontri pensati per i giovani, le famiglie, gli insegnanti, gli educatori e per tutti coloro che vogliano orientarsi sul tema, tanto affascinante attuale quanto complesso, della formazione dei giovani.

Vi aspetto!




Parlami forte: rassegna stampa

Questa rassegna viene aggiornata ogni volta che esce un nuovo articolo.

La fede quotidiana 25 gennaio 2019
ACI Stampa 1 febbario 2019
Vaticaninsider 16 febbraio 2019
Catt.ch portale cattolico svizzero 20 febbraio 2019
Buon senso 7 marzo 2019
Faenzanotizie.it 8 marzo 2019
Opusdei.it 12 luglio 2019